Statuto Europeo dei Lavoratori

  1. L’UE ha garantito ai lavoratori il diritto alla libera circolazione, ma ha negato loro il diritto alla parità di retribuzione, a condizioni di lavoro eque e ad un tenore di vita dignitoso.
  2. Faremo approvare uno Statuto Europeo dei Lavoratori. Introdurremo una nuova legislazione europea sul salario minimo che includa criteri per la convergenza dei salari in tutta Europa, in particolare per gli Stati membri in cui non esistono accordi collettivi, creando così un sostegno per i redditi da lavoro per portarli a un salario vitale (living wage). La legislazione sul salario minimo richiederà la piena trasparenza in modo da assicurare parità di retribuzione a parità di lavoro. E richiederà l’armonizzazione dei contributi sociali per i dipendenti, al fine di rendere impossibile il dumping sociale tra paesi europei.
  3. Ma la crescita dei salari non è abbastanza: dobbiamo costruire condizioni di lavoro migliori per tutti. Voteremo la generalizzazione di una settimana lavorativa di massimo 35 ore e un minimo di 35 giorni di ferie all’anno come standard per tutta l’Unione. Per combattere lo sfruttamento dei lavoratori, istituiremo una Agenzia paneuropea di ispezione del lavoro per controllare la conformità dei datori di lavoro alle leggi sul lavoro, dall’equità dei salari alla privacy dei lavoratori alla protezione dal mobbing. E per sostenere una migliore contrattazione collettiva, avanzeremo una Commissione trilaterale paneuropea per facilitare un dialogo transnazionale fra lavoratori, datori di lavoro e l’Agenzia di ispezione.
  4. Il nostro obiettivo non è solo quello di alzare l’asticella verso l’alto, per tutti, ma di affrontare lo scandalo delle diseguaglianze. Organizzeremo un processo di negoziazione per ridurre le differenze salariali all’interno delle aziende, a livello di filiale, a livello nazionale e a livello europeo. Limiteremo rigorosamente i bonus aziendali ed elimineremo le stock option. Miglioreremo e armonizzeremo i criteri e i livelli delle indennità di disoccupazione a livello europeo, rafforzando la capacità dei servizi pubblici per l’impiego di sostenere le persone in cerca di lavoro a sviluppare competenze e trovare un lavoro dignitoso.
Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
YouTube
Instagram