Fine dei paradisi fiscali

  1. Chiediamo giustizia fiscale. L’attuale sistema di tassazione è altamente iniquo. I cittadini europei più poveri pagano le tasse mentre ai più ricchi e alle loro multinazionali è consentito di eludere le tasse. La Commissione Europea stima che ogni anno si perdono più di 1.000 miliardi di euro a causa dell’evasione fiscale. E queste stime non tengono conto degli arbitraggi tra gli Stati membri, mentre le multinazionali si rifugiano in paradisi fiscali a bassa tassazione senza subire sanzioni.
  2. Il nostro New Deal bandirà tutti i paradisi fiscali all’interno dell’UE, compresa la revoca delle leggi che permettono l’evasione in Lussemburgo, Paesi Bassi, Irlanda e altrove. Puliremo il settore bancario europeo, con una sola regola chiara: le banche che non rendono pubblico ciò che fanno nei paradisi fiscali non possono operare e non avranno accesso alle linee di credito della BCE. Seguendo le proposte della Commissione speciale CRIM istituita dal Parlamento Europeo, Primavera Europea presenterà proposte per migliorare e supportare le leggi che richiedono piena trasparenza alle istituzioni finanziarie nel fornire alle autorità di vigilanza tutte le informazioni sulle loro attività offshore.
  3. A tal fine, inseriremo nella lista nera tutti i paradisi fiscali al di fuori dell’UE identificati quali luoghi di evasione fiscale seriale. Istituiremo una nuova Corte di Giustizia Economica, per investigare e perseguire società ed individui con conti nei paradisi fiscali inseriti nella lista nera, con il mandato di revocare i loro diritti di proprietà se colti in flagrante.
Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
YouTube
Instagram